Archivio digitale Ilaria Alpi e Miran Hrovatin

XVII Legislatura

Il caso Alpi-Hrovatin

Nel corso di 22 anni, si sono occupate del caso:

la Commissione bicamerale d'inchiesta sull'attuazione della politica di cooperazione con i Paesi in via di sviluppo nella XII Legislatura;

la Commissione governativa d'inchiesta per i fatti di Somalia, originariamente istituita con decreto del Ministro della difesa il 16 giugno 1997 e presieduta dal Prof. Ettore Gallo, i cui documenti sono stati acquisiti dalla Commissione operante nella XIV Legislatura;

la Commissione Difesa del Senato nella XIII legislatura;

la Commissione parlamentare d'inchiesta sulla morte di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin istituita dalla Camera dei deputati nella XIV legislatura, che ha acquisito gran parte dei documenti prodotti dalle precedenti iniziative giudiziarie, governative e parlamentari (che sono resi consultabili nella sezione documenti in questo Archivio digitale);

Al termine dei lavori, nel 2008, è stato pubblicato un volume a stampa contenente i resoconti stenografici delle sedute della Commissione, i resoconti stenografici desecretati declassificati ai sensi della delibera della Commissione del 23 febbraio 2006, l'indice delle sedute della Commissione e l'indice dei resoconti stenografici desecretati.

la Commissione Esteri del Senato della XV legislatura, che ha esaminato il Doc. XXII, n. 14 recante la proposta d'istituzione di una nuova Commissione parlamentare d'inchiesta;

numerose interrogazioni ed interpellanze parlamentari, dalla XII alla XVII legislatura.

Sul versante giudiziario la vicenda è stata trattata della Procura della Repubblica di Roma con indagini svolte da diversi magistrati. Il processo nei confronti di Hashi Omar Assan si è svolto in tutti i gradi di giudizio previsti dalla legge e sono intervenute quattro sentenze :

Il processo per calunnia nei confronti di Ali Rage detto Jelle si è svolto nel 2010/2011, compresa la sentenza.

Sono intervenute anche altre Procure della Repubblica (Asti, Gaeta, Latina, Reggio Calabria, Roma, Trapani, Milano e Udine).

Il 13 gennaio 2016 è iniziato presso la Corte di Appello di Perugia la revisione del processo che aveva portato alla condanna definitiva del cittadino somalo Hashi Omar Assan a 26 anni di carcere.

La documentazione è ora qui resa integralmente consultabile anche ad esito delle procedure di declassificazione promosse dalla Presidenza della Camera dei deputati nel corso della XVII legislatura. La raccolta della documentazione è completata da un'ampia serie di materiali audiovisivi, messi a disposizione dalla Rai-Radiotelevisione italiana, che offrono una testimonianza in gran parte inedita del lavoro di Ilaria Alpi, Miran Hrovatin e altri telecineoperatori nelle più diverse condizioni operative ed in alcune delle realtà più problematiche del mondo.

"Questi documenti ci fanno entrare nel mondo di Ilaria, ci fanno scoprire com'era e come lavorava; fanno emergere il profilo di una donna appassionata e insieme di una giornalista di talento. La sua voce era diventata, nei primi anni ‘90, la voce della Somalia, così come le immagini di Miran Hrovatin ci avevano fatto conoscere il Paese. Una Somalia messa in ginocchio dalla guerra fratricida, dalla fame e dalla povertà, mentre falliva la missione internazionale "Restore Hope". Ilaria stava documentando una storia che non ha mai potuto raccontare. Possa questa azione di trasparenza contribuire alla conservazione della memoria ed alla ricerca della verità"

Laura Boldrini

Presidente della Camera dei deputati